Login

Registrati

 

 


Comunicazioni

Comunicazioni (74)

Comunicato del Consiglio Federale

avviso20150806_121002_504big.jpg

 

Si autorizzano tutti gli atleti interessati a regolarizzare la propria posizione, in ragione dell'opportunità per ognuno di essere considerato per l'eventuale convocazione nella Nazionale, a recuperare le prove Federali Regionali mancanti entro e non oltre il 31 agosto 2017.

Comunicazione CTS

La CTS comunica che la Finale Italiana Coppa Italia sarà disputata nella regione Emilia Romagna.

 

Nota del Presidente Federale

Pubblicato in Comunicazioni Scritto da

Ho letto e continuo a leggere quotidianamente le esternazioni pubblicate su un noto social network da parte di un numero crescente di tesserati della nostra Federazione aventi come oggetto l’esclusione dal Campionato Europeo Juniores in corso di svolgimento a Helsinki dell’atleta Gianni Cusumano;
 
molti di questi pubblici commenti vogliono rappresentare, convenientemente, le ragioni che l’avrebbero determinata attribuendo, magari inconsapevolmente, volontà che questa Federazione decisamente disconosce.

Appare quindi opportuno chiarire i reali termini della vicenda, contenendola nella sua reale dimensione, che è di estrema semplicità:

-     In ragione di personali punti di vista i soggetti che esercitano la potestà genitoriale dell’atleta hanno reiteratamente manifestato la volontà di non consentire la partecipazione di Gianni Cusumano al Campionato Europeo.

-       La Federazione, pur non condividendo tali punti di vista, non intende discuterli, rappresentando gli stessi un legittimo esercizio del diritto che la legge attribuisce ai genitori.


È evidente che l’immotivata polemica a cui si assiste quotidianamente sui social network produce solo ed esclusivamente un pregiudizio per il movimento giovanile, e per i tecnici che hanno la responsabilità del suo sviluppo.

I giovani rappresentano il futuro di questo sport in Italia, e tutti abbiamo l’obbligo di proteggerli da qualsiasi tentativo di destabilizzazione e il fatto che debba scrivere per ricordarlo è per me motivo di grande preoccupazione.

Rammento infine, che esistono norme che vietano forme di censura verso gli Organi Federali, e nei confronti della Federazione; se da una parte, in questo delicato momento, non si ha alcuna intenzione di valutare quanto sino ad oggi verificatosi, si sottolinea che ulteriori episodi di critica offensiva verso decisioni e scelte della Federazione e dei suoi Organi non saranno più tollerati.

Con l’auspicio di una piena solidarietà che contribuisca alla crescita del nostro movimento

colgo l’occasione

per augurarvi Buona Pasqua

f.to

Stefano Rossi

Presidente

 

Si porta a conoscenza della Candidatura del Tecnico FISB Claudio Pica al Consiglio Nazionale del CONI. Le modalità dell'Assemblea Elettiva e i Candidati sono indicati nella pagina web del CONI raggiungibile selezionando questo link.

Seguono alcune note curriculari:

CLAUDIO PICA 

nato il 3 Gennaio 1964

U.S.B.C. – United States Bowling Congress, Silver level certified Coach

I.B.P.I.S.A. - International Bowling Pro-shop & Instructors Association inc.

CONI Scuola dello sport –Titolo Professionale di educatore Sportivo di 2° Livello

Certificato USA TEAM - Safe sport

Certificato - Knowledge is Golden

IOC- MOOC - Comitato olimpico internazionale.

Certificato - Coaching Philosophy - USBC

Certificato - Coach Advantage 2014 - USADA

Certificato – Mental Game & Physical Preparation USBC

Certificato - Physical Game - USBC

Certificato - Team coaching for high school - USBC

 

2012 - 2014  Coach Nazionale Bowling Portoghese

2006 – 2011 Coach Nazionale Bowling Romena

2005 – 2011 Consigliere Tecnico , Federazione Italiana Sport Bowling

La Commissione Tecnica Sportiva,  ha stabilito che la Finale Italiana Silver Cup del 17 e 18 giugno 2017, verrà disputata nelle seguenti strutture sportive del Lazio:

-          Mondial Bowling di Ciampino per il settore femminile

-          Bowling Brunswick di Roma per il settore maschile

A breve verrà comunicato il regolamento della manifestazione con l’acquisizione dei posti assegnati per ciascuna regione ed i relativi orari di gioco.

Bilancio Consuntivo 2015

Nella sezione del sito Comunicazioni –> Amministrazione troverete il Bilancio Consuntivo 2015

ServletAllegato.png

Si Comunica che la Giunta Nazionale CONI nella riunione del 17 dicembre u.s. ha approvato il Bilancio Consuntivo 2014 della FISB.

Il Segretario Generale

Stefania Sisti

Comunicato dimissioni Presidente Sergio Bellini

Pubblicato in Comunicazioni Scritto da

Si informano i tesserati ed affiliati FISB che in questi giorni il Presidente Sergio Bellini ha rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni dalla carica ricoperta.

Il Segretario Generale

PRESENTAZIONE DELLA CLASSIFICA RANKING 2015/2016

Pubblicato in Comunicazioni Scritto da

bowA tutti i tesserati


Come anticipatovi qualche giorno fa, siamo lieti di presentare a tutti voi la classifica del ranking Nazionale, che assegnerà le nuove categorie per l’anno 2016.


È il risultato di un approfondito lavoro di analisi e di test che hanno permesso di sviluppare un programma ambizioso che come sapete è stato sviluppato dalla Federazione su un progetto proposto e seguito dai signori Maurizio di Tosto e Dario Armillei.


Per l’esecuzione di questo progetto è stato ideato un software che elabora in automatico e in tempo reale l’assegnazione dei punti classifica interfacciandosi alle classifiche dei tornei di riferimento riferendosi ai parametri che erano stati indicati nel RDAS 2015.


Per quanta attenzione e altrettante verifiche tutti noi abbiamo fatto per una corretta applicazione dei parametri di progetto, non possiamo escludere che sia presente qualche anomalia che saremo comunque lieti di rivedere e rettificare se vorrete evidenziarcela.


Riteniamo comunque che, in questa fase, siano doverose sia delle spiegazioni su quanto fatto, sia dei chiarimenti su alcuni punti che disciplineranno quelle “specificità” future che dovranno, in ogni caso, essere regolamentate nel tesseramento del prossimo anno.


Come tutti Voi avrete modo di notare, i punteggi sono stati assegnati in funzione di calcoli matematici, che utilizzano coefficienti di difficoltà, legati al numero dei partecipanti e diversi per ogni competizione, classificate per importanza (250/500/1000).


Tutto ciò con l’obiettivo di valutare al meglio il livello di competitività di ciascun atleta.


Lo scopo di una classifica ranking è, infatti, quello di determinare una scala di valori meritocratici, quanto più veritieri e aderenti possibili, sia per i singoli e sia per le Associazioni Sportive, che si svincoli definitivamente, dal concetto asettico della “media” di gioco ma non solo.


Nell’ambito di una classifica ranking, ognuno ha la certezza di competere nella sua categoria con avversari a lui affini e, un unico “casuale” risultato, non necessariamente lo sbalza in una categoria superiore che, probabilmente, non gli sarebbe consona. (leggi obbligo di passaggio di categoria per il vincitore del titolo della propria categoria).
Avrete sicuramente notato che i coefficienti di difficoltà adottati in questa prima stesura, riportano delle differenze molto nette tra le categorie attuali.

Questo è stato fatto perché dovendo ridurre a tre le categorie, si è voluto evitare il verificarsi di bruschi passaggi di categoria che non sarebbero stati giustificati rispetto al reale valore dell’atleta.


Nella stesura del prossimo regolamento i coefficienti di difficoltà potranno essere resi più omogenei anche in funzione del ridotto numero di categorie e dei format dei campionati federali che saranno adeguati a questo nuovo standard di valutazione degli atleti.


In merito alle future assegnazioni delle categorie, con riferimento a quanto riportato sul R.D.A.S. 2015, sia per l’attività agonistica e sia per i cosiddetti “tornei privati” autorizzati dalla FISB, si precisa che la categoria di appartenenza di tutti i tesserati sarà quella assegnata dalla Federazione, ovvero 1^, 2^ e 3^ e varrà sia per i Campionati Federali organizzati dalla Federazione e sia per i tornei autorizzati, così detti privati.


L’unica variabile potrà essere l’assegnazione del hdcp che, per i tornei del circuito privato potrebbe ancora essere regolata sulla base della media di gioco secondo i parametri ora in uso, per lo meno per le medie più basse, mentre per l’attività federale, nelle competizioni in cui le categorie giochino insieme, sarà quello riportato del RDAS 2015 e cioè 0/5/10.


In ogni caso, per tutta l’attività agonistica dall’1 gennaio 2016 ci si riferirà alle categorie tenendo conto esclusivamente di quelle codificate, ex novo, dalla Federazione che saranno sempre intese per tutti come 1^, 2^ e 3^ categoria.
Visto il passaggio dalle 4 alle 3 categorie, sarà posta particolare attenzione all’assegnazione delle stesse per quei giocatori che non hanno fatto o che hanno ridotto al minimo l’attività federale.


Indicativamente questi i criteri principali, ma non necessariamente i soli, che regoleranno per la stagione agonistica 2016 le assegnazioni delle categorie a questi tesserati.


1) Gli atleti/e di “comprovata rilevanza” Nazionale, saranno collocati in 1^ Categoria.
Sia siano o non siano presenti nella classifica ranking.


2) I giocatori di Categoria A/B, che non abbiano svolto attività Federale o che l’abbiano svolta episodicamente e siano in 3^ categoria nella classifica ranking, saranno comunque collocati in 2^ Categoria

.
3) I giocatori di Categoria C/D che avranno raggiunto un punteggio ranking meritevole del passaggio a una categoria superiore, vedranno confermata la loro Categoria (1^ o 2^ che sia) mentre tutti gli altri saranno collocati in 3^ categoria.


4) Sia per il settore maschile sia per quello femminile, come specificato nel RDAS 2015, sarà istituita la categoria MASTER che sarà assegnata a quegli atleti/e particolarmente meritevoli di considerazione che, non potendo “fare classifica” perché non più abitualmente impegnati nel circuito federale, potrebbero essere messi nella particolare condizione di retrocedere di categoria.


5) La categoria Master sarà equiparata alla 1^ categoria.


Come precisato all’inizio, questi sono alcuni dei criteri di base che saranno seguiti per assegnare a tutti le nuove categorie ma al fine di correttamente valutare tutte le situazioni diverse rispetto ai punti in elenco che si dovessero presentare, sarà all’uopo costituita una specifica commissione.


Quale logica conseguenza di quanto sopra riportato, è del tutto evidente, sia per il settore femminile e sia per quello maschile, che per l’anno 2016 le Categorie, saranno numericamente diverse da quanto fissato dal RDAS per il 2015.
Di fatto, ad esempio, le 1^ categorie maschili saranno le 150 in classifica + le MASTER + gli Atleti di “rilevanza Nazionale” e così via di seguito per ogni altra categoria.


Una volta messo a regime il nuovo “sistema” tutte le normative regolamentari saranno riportate nei successivi Regolamenti dell’Attività Agonistica per un corretto collocamento di tutti gli Atleti, come pure le eventuali migliorie e gli sviluppi del sistema stesso.
Ci preme ripetere ancora una volta che, a parte le fasce di merito dei vari Campionati 250/500/1000 che rimarranno invariate, i coefficienti di ogni specifica competizione potranno essere rimodulati in base all’importanza delle gare e della partecipazione, con valori che possano rendere la classifica ancor più dinamica, proprio per evidenziare il valore e il merito di ogni categoria.


Rimandiamo tutto alla stesura del nuovo RDAS 2016 che oltre alle segnalazioni dei Comitati Regionali, terrà anche conto di ogni casistica emergente per rendere quanto più omogeneo possibile il nuovo sistema di assegnazione delle categorie.
Questo è per ora il quadro generale della situazione e ci auguriamo di esservi stati di aiuto a comprendere meglio il nuovo sistema.
La segreteria come pure Maurizio e Dario sono a disposizione per risolvere eventuali problemi che doveste rilevare.


Grazie per l’attenzione e cordiali saluti a tutti.


Sergio Bellini

 La classifica è presente al link http://www.fisb.it/crd-main/classifica-ranking.html

 

Pagina 1 di 6

By MR Design